Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Filctem il 19 aprile 2006

SISTEMA DEPURAZIONE MEDIO CHIAMPO: E' EMERGENZA!

Emergenza nel sistema di depurazione della Medio Chiampo di via Fracanzane e della discarica fanghi in Zermeghedo?; fare presto e bene<br /> a Tutela dell'Occupazione e a Difesa della Salubrità dell'Ambiente!

Si è svolto il 13 u.s., presso il Municipio di Arzignano, un primo incontro tra le Organizzazioni Sindacali provinciali della FILCEM-CGIL (Nando Dal Zovo e Giuliano Raimondo), della FEMCA-CISL (Walter Cailotto e Dario Bizzotto) e della UILCEM-UIL (Mellini Flavio), con il Sindaco di Arzignano nonché Presidente dell'A.T.O. Valle del Chiampo (Stefano Fracasso), di Montebello (Fabio Cisco), di Zermeghedo (Giuseppe Castaman), per una "prima" informazione inerente la situazione connessa con l'azione della Magistratura e della Provincia di Vicenza sugli impianti di depurazione e trattamento fanghi della Medio Chiampo.
In particolare i rappresetnanti sindacali hanno chiesto chiarimenti non solo circa l'uscita dall'emergenza (dal 12 u.s. il sistema funziona solo al 50% rispetto ai giorni precedenti in conseguenza dell'ordinanza voluta dalla Provincia; basta questa limitazione per mettere in difficoltà il processo produttivo delle aziende conciarie con oltre 1.000 addetti direttamente dipendenti e quasi altrettanti dei settori indotti) ma sul futuro prossimo dato che toccherà anche all'A.T.O. Valle del Chiampo il concorrere per uscire da una situazione di "impasse" che dura da oltre due settimane.
La situazione impone un'ampia e profonda riflessione. Secondo i sindacati bisognerà ricostruire i fatti da diversi mesi addietro in modo da chiare anche "quali argomentazioni di tipo industriale, ambientale e finanziario hanno presieduto, circa due anni fa, alla decisione di modificare la strategia definita con la costituzione dell'A.T.O. VALLE DEL CHIAMPO (10 comuni) che prevedeva l'affidamento diretto del S.I.I. ad ACQUE DEL CHIAMPO spa (di proprietà e gestore di 7 comuni) per 30 anni, con compiti di coordinamento del gestore salvaguardato MEDIO CHIAMPO s.p.a. (di proprietà di 2 comuni e gestore di 3) per 4 anni e che alla fine della salvaguardia avrebbe dovuto confluire in ACQUE DEL CHIAMPO s.p.a. quale unico gestore del Servizio Idrico Integrato dell'A.T.O. stesso."
Nel contesto dell'incontro le autorità hanno confermato ai rappresentanti sindacali che è pronta la squadra di esperti che garantirà il corretto funzionamento del depuratore di Montebello; sarà l'ing. Gianni Andreottola del Dipartimento di Ingegneria Ambientale dell'Università di Trento a coordinare il nucleo di valutazione sull'attività di depurazione dell'impianto di Montebello. All'ing. Andreottola spetterà anche il compito di redigere la relazione da presentare al Ministero dell'Ambiente e alla Regione il 19 aprile p.v. nel corso della riunione relativa all'Accordo di Programma da 90 milioni di euro da investire nei prossimi dieci anni "per la tutela delle risorse idriche del bacino del Fratta-Gorzone attraverso nuove tecnologie nei cicli produttivi, nella depurazione e nel trattamento dei fanghi del distretto conciario vicentino". Nell'incontro è stato comunicato che ad operare vi sarà anche lo staff tecnico di "Acque del Chiampo s.p.a." (gestore del depuratore di Arzignano) azienda guidata dall'ing. Daniele Refosco, per dare il necessario supporto mirato alla Medio Chiampo nella gestione del depuratore di Montebello.
L'incontro è stato aggiornato a breve, in attesa delle risultanze degli esperti sopraccitati, al fine di avere più appropriate conoscenze utili per andare oltre all'emergenza. Ottenere quindi le garanzie di tutela occupazionale e di difesa della salubrità dell'ambiente nel contesto di possibili ed ampie economie di scala. Economie ottenibili anche tramite l'unificazione dei gestori in quel contesto di "controllo analogo" da parte degli stessi Comuni proprietari per poter ottenere l'indispensabile gestione in "house" onde evitare che il servizio idrico vada in gara.

Nella foto: il grande impianto di depurazione della città di Bolzano-Bozen.

Altri comunicati

Fiom: Il 25 Aprile non è Festa Nazionale per la New Box di Camisano Vicentino

25 aprile 2019 - Di seguito una nota congiunta FIOM e ANPI di Vicenza sulla incredibile vicenda della New Box

PFAS - ZANNI (CGIL): "La Regione Veneto non perda tempo con denunce agli ambientalisti, vogliamo acqua pulita in zona arancione e risposte su lavoratori ex Miteni"!

24 aprile 2019 - Il segretario generale della CGIL di Vicenza, Giampaolo Zanni, interviene in tema di PFAS e invita

CHIUPPANO - CANTIERE LOGISTICA DI GAS JEANS - CONCLUSA LA VERTENZA: E' VITTORIA, 40 LAVORATORI ASSUNTI

24 aprile 2019 -   Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior,