Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Filt il 1 giugno 2006

FERROVIE: PROBLEMI ALLA STAZIONE DI ALTAVILLA

Leggiamo sul Giornale di Vicenza che nella sede della Provincia che doveva tracciare le linee guida del piano di prevenzione in caso di incidenti chimici il Vicesindaco di Altavilla ha manifestato preoccupazioni sulla sicurezza dello scalo merci dove arrivano e partono cisterne di merci pericolosa.
La Filt Cgil da anni denuncia la carenza di organico nello scalo di Vicenza che determina lo scadimento degli standard manutentivi, di controllo e di sicurezza, l'irresponsabilità e il silenzio da parte di coloro che sono preposti a prendere delle decisioni su problematiche importanti che coinvolgono perfino la salute e l'incolumità dei cittadini.
Siamo convinti che la pericolosità della stazione di Altavilla è altissima.
L'area dello scalo è sprovvista di sensori di controllo utili ad attivare un immediato intervento su eventuali perdite di materiale nocivo e pericoloso e di canalette per lo scolo, dove in caso di perdita i liquidi pericolosi possano confluire.
Le cisterne cariche di cloro e acido, o vuote, a causa delle carenze organizzative e di risorse della Divisione Cargo che gestisce il traffico merci e della RFI che gestisce la circolazione treni e l'infrastruttura, possono stare in giacenza all'interno dello scalo di Altavilla anche una settimana.
Dire che la Stazione di Altavilla è una stazione di consegna è falso, perché nella realtà dei fatti diventa una stazione di stoccaggio e di deposito di cisterne in un scalo a ridosso di centri ad alta densità abitativa.
E' importante anche chiarire che una cisterna vuota ha la stessa pericolosità di una cisterna piena.
Volevo sottolineare che il problema non è solo della stazione di Altavilla ma anche della Stazione di Vicenza dove le cisterne in arrivo prima di essere smistate ad Altavilla, o in partenza vuote, verso le aree di destino, spesse volte sostano parecchi giorni nello scalo di Vicenza.
Bisogna intervenire immediatamente e tutti i soggetti coinvolti devono accelerare le decisioni e trovare soluzioni che diano garanzie certe ai cittadini,cercando di evitare su questi problemi di grande importanza scelte improvvisate e "tappa buchi".

Segretario generale Filt-Cgil Vicenza
D'Angelo Massimo

Altri comunicati

Fiom: Il 25 Aprile non è Festa Nazionale per la New Box di Camisano Vicentino

25 aprile 2019 - Di seguito una nota congiunta FIOM e ANPI di Vicenza sulla incredibile vicenda della New Box

PFAS - ZANNI (CGIL): "La Regione Veneto non perda tempo con denunce agli ambientalisti, vogliamo acqua pulita in zona arancione e risposte su lavoratori ex Miteni"!

24 aprile 2019 - Il segretario generale della CGIL di Vicenza, Giampaolo Zanni, interviene in tema di PFAS e invita

CHIUPPANO - CANTIERE LOGISTICA DI GAS JEANS - CONCLUSA LA VERTENZA: E' VITTORIA, 40 LAVORATORI ASSUNTI

24 aprile 2019 -   Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior,