Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina il 28 giugno 2006

BONUS SECONDO FIGLIO NEGATO AGLI STRANIERI DI ROMANO D'EZZELINO: PARERE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI METTE IN CROCE IL COMUNE

Mesi fa il sindaco di Romano d'Ezzelino aveva negato di concedere il bonus per il secondo figlio alle famiglie degli immigrati. La Cgil di Vicenza e Bassano del Grappa si è impegnata sin da subito per sostenere la minoranza in consiglio comunale favorevole all'allargamento del provvedimento anche alle famiglie degli extracomunitari. Una battaglia di giustizia e per il ripristino della legalità confermata da un parere del Dipartimento diritti e pari opportunità del Consiglio dei Ministri. Il dirigente generale dell'Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza e sull'origine etnica, Marco De Giorgi, firma il 21 giugno scorso un parere. In tale missiva viene scritto che il provvedimento del Comune di Romano d'Ezzelino "potrebbe risultare in contrasto con il TU (testo unico, ndr) sull'immigrazione". E non solo: potrebbe essere palesemente violativo "del decreto legislativo 9 luglio 2003 n. 215, attuativo della direttiva 2000/43 per la parità di trattamento tra le persone indipendentemente dalla razza e dall'origine etnica".
"Il decreto legislativo 286/98 (TU sull'immigrazione) - viene scritto nel parere - infatti, all'art. 41, ... equipara , ai fini dell'erogazione delle prestazioni di assistenza sociale, gli italiani agli stranieri con regolare permesso di soggiorno e l'art. 3 del decreto legislativo 215/03, nel determinare l'ambito di applicazione della nuova normazione in materia di parità di trattamento inserisce, tra le diverse materie, anche le prestazioni sociali".
"Pertanto aveva ragione la minoranza in consiglio comunale - afferma Fabiola Carletto, segretaria provinciale della Cgil di Vicenza - e noi della Cgil e tutti coloro che hanno appoggiato gli stranieri discriminati. L'amministrazione comunale di Romano ha approvato un provvedimento che, ci viene detto, è in contrasto con le leggi vigenti. Non possiamo che esprimere soddisfazione per questo pronunciamento".
"Ribadiamo - prosegue la segretaria provinciale - che il bonus comunale per il secondo figlio è un diritto di tutti i cittadini anche degli extracomunitari che lavorano tra di noi e con noi. Riteniamo - conclude Fabiola Carletto - che questo parere possa essere un precedente importante anche per la soluzione delle problematiche sorte con i cittadini extracomunitari sulla questione del bonus bebè statale".

Altri comunicati

Fiom: Il 25 Aprile non è Festa Nazionale per la New Box di Camisano Vicentino

25 aprile 2019 - Di seguito una nota congiunta FIOM e ANPI di Vicenza sulla incredibile vicenda della New Box

PFAS - ZANNI (CGIL): "La Regione Veneto non perda tempo con denunce agli ambientalisti, vogliamo acqua pulita in zona arancione e risposte su lavoratori ex Miteni"!

24 aprile 2019 - Il segretario generale della CGIL di Vicenza, Giampaolo Zanni, interviene in tema di PFAS e invita

CHIUPPANO - CANTIERE LOGISTICA DI GAS JEANS - CONCLUSA LA VERTENZA: E' VITTORIA, 40 LAVORATORI ASSUNTI

24 aprile 2019 -   Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior,