Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina il 29 luglio 2006

CASO DAL MOLIN: COSA DICONO DI NOI (DOPO LA CONF. STAMPA)

LA RASSEGNA DELLA CARTA STAMPATA

E' solo una battaglia quella del 28 luglio, nel corso della lunga guerra politico-istituzionale scoppiata a Vicenza attorno al progetto Camp Usa 2 nell'area dell'aeroporto Dal Molin. Ma di sicuro è una battaglia politicamente e mediaticamente stravinta dalla Cgil di Vicenza. Lo gridano ai quattro venti le voci dei media locali. A cominciare dalla carta stampata, dai giornali usciti in edicola il 29 luglio, all'indomani della conferenza stampa del segretario generale Oscar Mancini, affiancato dagli altri tre segretari provinciali Danilo Andriollo, Marina Bergamin, e Fabiola Carletto - segnando a favore della Camera del Lavoro vicentina l'approdo da una posizione inizialmente minoritaria, ripetutamente nel mirino dei poteri forti della città, a un ruolo di indiscussa autorevolezza in ambito territoriale. E' una conquista faticosamente quanto ostinatamente perseguita sul campo, e cioè per strada, nelle vie e nelle piazze di Vicenza, schierandosi accanto ai preziosi e insostituibili comitati dei cittadini con una fermezza e una lucidità, che ora forse devono fare riflettere più di qualcuno nei palazzi della politica, locale e nazionale.
La rassegna stampa di sabato 29 luglio ? svolta leggendo gli ampi servizi pubblicati da Corriere del Veneto, Gazzettino di Vicenza, Giornale di Vicenza e Il Vicenza - aiuta a fare chiarezza su alcuni punti fondamentali.
Innanzitutto, attraverso articoli e opinioni, si prende concordemente atto della svolta impressa alla vicenda dall'intervento del premier Romano Prodi al question time parlamentare dello scorso 26 luglio. Una svolta che pur non significando un no al progetto, ha tutto il peso di uno stop, di un fondamentale "riparliamone".
Nello stesso tempo acquista spazio preponderante la voce della Cgil, resa ancora più autorevole da due scritti che le fanno politicamente sponda: "Caro presidente, la Regione non si defili" (lettera aperta spedita al governatore Giancarlo Galan dal vicepresidente del consiglio regionale, Achille Variati, e pubblicata dal Gazzettino), e "Caro sindaco, dì la tua. Basta con le commedie" (intervento del consigliere comunale Ds Ubaldo Alifuoco sulla prima pagina del Giornale di Vicenza). Il contesto generale si rivela inoltre arricchito da voci del centrodestra, se non critiche, comunque ispirate alla massima prudenza: come quella della Provincia, ("Quando avremo il progetto completo lo porteremo in consiglio" dichiara la presidente Manuela Dal Lago al Giornale di Vicenza) e della maggioranza regionale ("Prima il tavolo ministeriale, poi i ricorsi" sono le parole affidate al Gazzettino dal consigliere leghista Roberto Ciambetti).
Diritti dei cittadini in primo piano, sindaco stretto nell'angolo delle proprie responsabilità. Sono i due assi che, da sempre nella manica della Cgil di Vicenza, adesso vengono finalmente calati nella tribuna mediatica del caso Dal Molin. "La Cgil contro Hullweck: conosce il piano meglio di Prodi" titola l'occhiello dell'ampio resoconto firmato da Marco Riatti sul Corriere del Veneto. Che, nello stesso servizio, esordisce dando voce al segretario generale: "Hullweck è la persona in assoluto più informata sul progetto. Lo conosce anche meglio di Prodi. E con lui la presidente della Provincia Manuela Dal Lago. Ma anziché avere il coraggio di dire che per vari motivi ritengono opportuno costruire questa base, scaricano il barile al governo".
E' lo stesso leit motiv che affiora a caratteri corposi nel titolo del Giornale di Vicenza, dove G. M. M. sceglie una dichiarazione fatta da Mancini in conferenza stampa: "Il governo? E' per il no", facendola seguire, nel testo dell'articolo da passi significativi come questo: "Oscar Mancini ha dato la netta sensazione di sapere da che parte sta pendendo la bilancia. Il segretario provinciale della Cgil ha fondato gran parte del suo intervento sulla ri-lettura della dichiarazione fornita mercoledì dal premier Romano Prodi".
Analogo il taglio dato da Roberta Labruna sulle colonne del Gazzettino di Vicenza, giornale che dimostra però la sensibilità di arricchire il titolo con un significativo dato di cronaca: "Hullweck dica chiaramente come la pensa" è la prima riga, che cita una frase di Mancini. "Raccolta di firme sotto le mura" è la seconda, dove il lettore viene rimandato alla prossima iniziativa su cui comitati dei cittadini e Cgil hanno deciso di investire: una sottoscrizione di firme contro la base americana al Dal Molin da organizzare durante la festa musicale in programma il 31 luglio sotto le mura di viale Mazzini.
Questa della grande partecipazione popolare resta, come è giusto che sia per un movimento sindacale profondamente radicato nel territorio, la tigre più saldamente cavalcata dalla Cgil provinciale di Vicenza nella vicenda Dal Molin. Lo rammenta molto bene Anna Manente su Il Vicenza, quotidiano free press che può rivendicare l'indubbio merito di avere appoggiato sin dall'inizio la battaglia di comitati e Cgil. Affinità che nel servizio intitolato "Contro l'occupazione militare scende in campo anche la Cgil" si evince sin dalle prime, emblematiche parole. Ovvero questa dichiarazione di Oscar Mancini: "Quando siamo partiti con la contestazione ci sentivamo un po' soli, ma ora, a poche settimane di distanza, con oltre settemila firme raccolte e dopo avere conquistato anche l'attenzione del governo su un tema così importante come il Dal Molin, possiamo dire di avere fatto molta strada. Di avere soprattutto creato maggiore consapevolezza nella cittadinanza e di avere dato il via a un dibattito limpido e democratico, sul futuro della città".

NOTA: per completare la rassegna stampa è d'obbligo ricordare che ieri sera 28 luglio ben tre telegiornali hanno riportato un servizio sulla posizione della Cgil: Tva Vicenza, Canale 68 Veneto e Antenna 3 Nordest.

Altri comunicati

Fiom: Il 25 Aprile non è Festa Nazionale per la New Box di Camisano Vicentino

25 aprile 2019 - Di seguito una nota congiunta FIOM e ANPI di Vicenza sulla incredibile vicenda della New Box

PFAS - ZANNI (CGIL): "La Regione Veneto non perda tempo con denunce agli ambientalisti, vogliamo acqua pulita in zona arancione e risposte su lavoratori ex Miteni"!

24 aprile 2019 - Il segretario generale della CGIL di Vicenza, Giampaolo Zanni, interviene in tema di PFAS e invita

CHIUPPANO - CANTIERE LOGISTICA DI GAS JEANS - CONCLUSA LA VERTENZA: E' VITTORIA, 40 LAVORATORI ASSUNTI

24 aprile 2019 -   Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior,