Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina, Filt il 21 ottobre 2017

FILT - In 110 all'assemblea della logistica - Conte: "Unità e solidarietà per il CCNL per difendere salario e diritti !"

Erano in 110 questa mattina nella sala dell'albergo San Raffaele a Monte Berico per l'assemblea provinciale della logistica provenienti da oltre una decina di "cantieri" diversi e appartenenti a tante realtà diverse, dalle multinazionali della logistica alle cooperative in subappalto nei magazzini. 

Daniele Conte, segretario generale della FILT Cgil, nel suo intervento ha sottolineato come sia importante difendere il contratto nazionale di lavoro al fine di difendere salario e diritti di tutti. "Ma per fare questo", ha affermato Conte, "dobbiamo essere uniti, perché è la solidarietà tra noi lavoratori a livello trasversale nei cantieri, che ci rende più forti rispetto alla proprietà dei marchi con cui viaggiamo e distribuiamo le merci". Conte ha raccontato che al tavolo nazionale le multinazionali della logistica vorrebbero aprire un secondo canale per il lavoro nel settore: "vogliono i contratti a chiamata, ma sarebbe una sconfitta del lavoro e dei nostri diritti: per esempio perderemmo gli scatti di anzianità già compromessi con gli appalti, e sarebbe violato l'art 36 della Costituzione italiana che dice: "Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa. La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi".

In sala al san Raffaele è girata la notizia che un corriere verrebbe a prendere addirittura 7mila euro in meno all'anno (su un reddito annuale di 15-18mila euro) con il contratto a chiamata a parità di ore lavorate! "Come faremmo a mantenere le nostre famiglie e i nostri figli? già siamo via dalle 7 del mattino alle 9 di sera per mille euro al mese e non li vediamo mai ...", hanno affermato alcuni nelle loro testimonianze.

E' stata l'occasione per preparare lo sciopero nazionale e altre iniziative in provincia previste per la fine di ottobre.

 

Altri comunicati

SPI - NO ALLA SVENDITA INCONTROLLATA DEI BENI CONFISCATI ALLE MAFIE - IN PROVINCIA SONO 46 GLI IMMOBILI E LE AZIENDE SOTTRATTI ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

15 novembre 2018 - No alla vendita incontrollata ai privati dei beni confiscati alle mafie. C’è il rischio di un

VICENZA - CGIL-CISL-UIL - Venerdì 30 novembre 2018 ATTIVO comune su priorità per legge bilancio 2019

14 novembre 2018 - Venerdì 30 novembre prossimo Cgil Cisl e Uil del vicentino si riuniranno UNITARIAMENTE all’hotel

X MARTIRI A VICENZA - Zanni: "Sfregio alla memoria nell'omettere le parole Resistenza e nazifascisti!"

14 novembre 2018 - Dichiarazione di Giampaolo Zanni (segretario generale CGIL Vicenza e provincia) a nome della Camera