Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina il 17 novembre 2017

CGIL CISL UIL appoggiano la fusione tra Barbarano e Mossano: firmato protocollo di intesa tra sindacati e comuni per promuovere il referendum del 17 dicembre!

Nei giorni scorsi è stato firmato il protocollo di intesa tra Cgil Cisl e Uil della provincia di Vicenza sia a livello confederale, sia dei pensionati, sia dei lavoratori della pubblica amministrazione, con i comuni di Barbarano Vicentino e Mossano al fine di promuovere la fusione tra le due realtà amministrative. Il referendum tra i cittadini è previsto il 17 di dicembre prossimo.

Barbara Vicentino contra 4589 abitanti e quindi è sotto la soglia dei 5 mila; Mossano conta 1788 abitanti. Assieme i due comuni supererebbero la soglia dei 5 mila auspicata dalle leggi vigenti e raggiungerebbero così quota 6377 abitanti.

A firmare il documento i sindaci dei due comuni Cristiano Pretto (Barbarano) e Giorgio Fracasso (Mossano). Le delegazioni sindacali erano guidate per la Cgil dal segretario generale Giampaolo Zanni, e dal responsabile del dipartimento welfare Gino Ferraresso; per la Cisl dal segretario confederale Renato Riva; per la Uil dal segretario confederale Claudio Scambi e dal segretario dei pensionati Roberto Merlo. Presenti i responsabili di zona dei sindacati vicentini.

 

===================

 

DOCUMENTO SINTETICO

 

Nei giorni scorsi (per la precisione il 15 novembre 2017) è stato firmato il protocollo di intesa tra Cgil Cisl e Uil confederali, dei pensionati e dei lavoratori del pubblico impiego vicentini con i comuni di Barbarano Vicentino e Mossano in merito al processo per la fusione tra i due comuni.

Vista la realtà dei comuni vicentini (69 su 120 con meno di 5 mila abitanti, 12 sotto i mille abitanti e 33 tra i 1000 e i 3000 abitanti e solo 22 che superano la soglia dei 10 mila abitanti), si ritiene fondamentale liberare risorse per la gestione e il rafforzamento dei servizi del welfare locale e sostenere le esperienze di accorpamenti e di gestione unitaria dei servizi  (gestioni in consorzio e in unione tra i comuni), in un’ottica di razionalizzazione delle risorse e di mantenimento e miglioramento della qualità dei servizi e delle prestazioni, valorizzando le competenze professionali dei dipendenti.

Vista la situazione socio-politica del Paese, caratterizzata da una grande riorganizzazione degli enti pubblici in soggetti di sempre maggiori dimensioni che consentano riduzioni di costi di gestione ed in particolare gli obblighi imposti ai comuni minori di gestire servizi e funzioni istituzionali in forma associata, i comuni di Barbarano vicentino e Mossano hanno deciso di avviare l’iter per la loro fusione, dentro un percorso e con la prospettiva di rispettare e valorizzare i seguenti principi:

- individuare forme stabili e istituzionalizzate di raccordo tra il nuovo comune e le singole comunità che lo compongono;

- salvaguardare le peculiarità locali delle singole comunità;

- garantire, in linea di principio, uguali possibilità di accedere ai servizi da parte dei cittadini residenti nelle diverse aree dei Comune istituito a seguito di fusione;

- rafforzare le forme di sussidiarietà orizzontale al fine di preservare il legame tra le realtà locali della comunità di origine e il Comune di nuova istituzione;

- realizzare economie di scala nella gestione dei procedimenti amministrativi e, più in generale, dell’acquisto di beni o prestazione di servizi, nonché una gestione più efficiente delle risorse umane.

I due comuni condividono con le OO SS l’importanza del confronto tra le parti al fine di definire, in particolare, l’organizzazione degli uffici comunali, la valorizzazione delle professioalità e delle risorse umane, le posizioni organizzative, l’utilizzo e la distribuzione del personale sia in attività di front office sia back office.

Le organizzazioni sindacali Cgil Cisl Uil promuoveranno in collaborazione con i comuni di Barbarano Vicentino e Mossanoassembleee di informazione nel territorio e nei luoghi di lavoro per favorire in maniera vasta un processo di partecipazione e condivisione.

 

Altri comunicati

FP SU CHIUSURA PUNTO NASCITE VALDAGNO - MIGLIORANZA: "LA REGIONE AVEVA PROMESSO IL POTENZIAMENTO E NON HA SAPUTO PROGRAMMARE NE' DIFENDERE IL SERVIZIO!"

12 luglio 2018 - Di seguito, e in allegato, l'intervento della segretaria generale della FP Cgil, Giulia Miglioranza

SABATO 7 LUGLIO FLASH MOB IN PIAZZA CASTELLO A VICENZA (ore 18,30) CON LA MAGLIETTA ROSSA

6 luglio 2018 - Scrive Fabiola Carletto, responsabile immigrazione della Cgil di Vicenza:Sabato 7 luglio 2018

VOUCHER AGRICOLTURA - MATTEI (FLAI CGIL): “INVOCARLI ANCORA SIGNIFICA CANCELLARE IL LAVORO AGRICOLO”

3 luglio 2018 - “Siamo sempre più preoccupati dalle dichiarazioni in materia di agricoltura e lavoro agricolo. Il