Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina, Filt il 5 febbraio 2018

SVT E TPL A VICENZA - FILT: “SIAMO AL COLLASSO: PAGANO I LAVORATORI DEL SETTORE E GLI UTENTI. ORA BASTA!”

La Filt Cgil di Vicenza denuncia l'inerzia dell'Azienda e del Comune di Vicenza davanti al disfacimento del trasporto pubblico.

A Vicenza la situazione è diventata intollerabile a due  anni dalla costituzione della Società Vicentina Trasporti, da tempo accantonata per mancanza di lungimiranza politica e la necessità di indire azioni positive per il riordino del settore.

Oggi constatiamo il fallimento totale su questo pezzo di bene pubblico che ogni giorno si deteriora:

Ci sono lavoratori di serie A e di serie B, ancora non si è riusciti ad armonizzare le competenze salariali dei lavoratori delle ex aziende del trasporto, AIM Mobilità e FTV.

Ancora ad oggi dopo due anni l lavoratori percepiscono competenze salariarli diversificate a parità di lavoro :

Turni di lavoro massacranti organizzati dall'azienda in maniera unilaterale comprensivi di straordinario forzato.

Parco mezzi con scarsa manutenzione che restano fermi per giorni e giorni in attesa di pezzi di ricambio (ciò non accadeva prima della fusione delle due aziende), che oltre a mettere a rischio la regolare funzionalità del servizio mettono a rischio anche i passeggeri.

Esternalizzazioni di corse, linee, officina, gomme, controlleria ecc... che HANNO RAGGIUNTO IL MASSIMO STORICO  e che hanno reso il personale e i servizi precari e di scarsa qualità.

Abbiamo chiesto di dare  delle risposte concrete a questi ed altri problemi, proponendo soluzioni per i turni , chiedendo la stabilizzazione dei lavoratori precari, proponendo le assunzioni in sostituzione dei lavoratori che vanno in pensione, internalizzando tutti i servizi.

Da parte nostra non permetteremo mai che l’Azienda della Società Vicentina Trasporti faccia profitti a danno della salute dei lavoratori e della sicurezza degli utenti.

Su questo non siamo disposti a mercanteggiare:

I nastri lavorativi vanno ricondotti il più possibile ad un orario di lavoro umano che tiene in considerazione la qualità della vita, della famiglia e della sicurezza.

Le risorse vanno recuperate percorrendo altre strade e non esternalizzando.

Di tutti i buoni propositi che erano stati enunciati dal Sindaco e dai dirigenti dell'azienda all'atto della fusione tra le due aziende nessuno di questi  e' stato messo in pratica tra i soggetti coinvolti (Comune, Provincia, Scuole, Associazioni, Parti sociali).

I lavoratori sono stanchi e pronti a qualsiasi azione di lotta

 

                                Segreteria Filt Cgil Vicenza

 

Altri comunicati

TRAGEDIA ALLA AFV BELTRAME: MORTO UN LAVORATORE - FIM-FIOM-UILM: "fermare questa strage!" - Domani sciopero in Beltrame e martedì 27 febbraio sciopero metalmeccanici

22 febbraio 2018 - A distanza di pochi giorni nella nostra regione un altro infortunio mortale; e sempre nel settore

FLC CGIL - Venerdì 23 febbraio 2018 alle ore 10 presidio degli insegnanti precari seppur abilitati

21 febbraio 2018 -   Venerdì prossimo 23 febbraio 2018 dalle ore 10 in via Borgo Scroffa sotto l’Ufficio dell’ex