Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina il 6 aprile 2018

Presentato oggi il documentario sulla campagna No Dal Molin: “Chi ama Vicenza ha detto no”! - CGIL e Comitati: “grande lezione di lotta democratica nonostante la sconfitta!”

 

Presentato oggi al Viest hotel di Vicenza il documentario (durata di 90 minuti) sull’impegno della Cgil vicentina contro la costruzione della nuova base militare americana al Dal Molin. Un impegno maturato assieme al Coordinamento dei comitati cittadini. Il tutto nell’ambito dell’Assemblea generale del sindacato berico.

Autore della ricostruzione storica il giornalista Gianni Poggi: il titolo “Chi Ama Vicenza ha detto No”.

Tra i protagonisti delle interviste di Poggi i segretari Giampaolo Zanni, Oscar Mancini e Marina Bergamin che hanno vissuto in prima persona le lotte e le manifestazioni dal 2006 al 2009.

Tanti gli interventi anche dei delegati a partire da Toni Toniolo, allora segretario generale della FIllea che ha difeso i lavoratori dei cantieri della nuova base militare pur avendo partecipato come Cgil alle manifestazioni. Ma anche del segretario della FILCAMS Antonio Cunsolo impegnato con i lavoratori della Base in una vertenza per far riconoscere la presenza sindacale nei servizi del governo statunitense. Interventi anche da parte dei componenti dei Comitati da Giancarlo Albera all’architetto Secone …

A commentare in conclusione l’incontro il segretario nazionale CGIL Maurizio Landini. A lui anche il compito di rilanciare l’impegno della Cgil verso il prossimo congresso.

“Il tema che emerge”, ha detto Landini, “è che questa esperienza ha messo al centro un problema di democrazia e di partecipazione dei cittadini. La domanda di fondo che veniva dalla città sulla decisione della costruzione della base era quella di poter partecipare alle decisioni sul futuro della città e non venire esclusi. Per questo anche la vittoria elettorale di Achille Variati fu legata a questa domanda di maggiore partecipazione e di democrazia a Vicenza”.

“Quella campagna”, ha aggiunto il segretario nazionale, “ha prodotto anche dei risultati sulle compensazioni ottenute e che deve la città deve ancora ottenere”.

Landini ha anche affermato che il quadro politico rispetto all’epoca oggi è completamente cambiato. Quelli furono gli anni della crisi più profonda che l’Italia e il mondo hanno vissuto e il livello di diseguaglianze che si sono determinate è tale che dovrebbe far riflettere tutte le organizzazioni politiche sulla frattura e sulla rottura che si è determinata nel rapporto con i bisogni dei cittadini.

“In questa vicenda la Cgil ha dimostrato una grande autonomia che è stata anche riconosciuta dai lavoratori”. “A prescindere dal governo che c’era (ci si scontrò sia col governo Berlusconi sia con il governo Prodi)”, ha spiegato Landini, “la Cgil ha dimostrato un’autonomia di giudizio e di valutazione nel rapporto con la politica: ha sempre guardato agli interessi delle persone che vuole rappresentare, i lavoratori e i pensionati, e assieme a loro anche al modello di società a cui vuol fare riferimento in cui il lavoro e i diritti di chi lavora sono basilari, ma anche a un modello di sviluppo rispettoso dell’ambiente e della storia delle nostre città!”

Il segretario maurizio Landini ha poi parlato di molti temi che riguardano la politica sindacale e il rapporto con il nuovo governo che verrà: ha sottolineato come la Cgil sia contro la Legge Fornero e si necessaria una riforma delle pensioni per dare un futuro anche ai giovani. Ma anche il Jobs Act e la Buona Scuola di Renzi vanno riviste: per questo la Cgil ha presentato la Carta dei diritti “contro il rischio di americanizzazione del mondo del lavoro in particolare della rappresentanza sindacale”.

Landini ha anche parlato di “reddito di garanzia” e di “diritto alla formazione” e di orari di lavoro: tutti temi verso il prossimo congresso del sindacato.

 

Altri comunicati

SCUOLA, ELEZIONI RSU: FLC CGIL PRIMO SINDACATO IN PROVINCIA DI VICENZA - CASSALIA: "PREMIATA COERENZA E PRESENZA SUL TERRITORIO"

24 aprile 2018 -   I risultati delle elezioni delle RSU (rappresentanze sindacali unitarie) nel mondo della scuola

FP CGIL VICENZA PRIMO SINDACATO NELLE “FUNZIONI CENTRALI”

21 aprile 2018 - Di seguito le considerazioni della segretaria generale della Funzione pubblica della Cgil di Vicenza

IL 25 APRILE NON E’ LA FESTA DELLA LIBERAZIONE. SECONDO LA METALPRES SRL DI CASTELGOMBERTO. FIOM-CGIL E ANPI “ VERGOGNOSO”.

20 aprile 2018 - Il giorno in cui l’Italia venne liberata dal regime nazi-fascista non è ritenuta festa nazionale