Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina, Filcams, Funzione Pubblica, Spi il 8 giugno 2018

SANITA' NEL VICENTINO - Fusione delle Ulss: "Sintesi positiva ma va migliorata!"

L'accorpamento è stato oggetto di una ricerca dell'IRES Veneto

Si è parlato di sanità vicentina ieri all'auditorium Fonato di Thiene, al convegno organizzato da Cgil Vicenza, nel quale sono stati presentati i dati emersi nella ricerca Ires Cgil Veneto. Sotto la lente d'ingrandimento sono finite le Ulss Berica e Pedemontana, frutto della fusione delle Ulss 5 e 6 nel caso della prima, Ulss 4 e 3 per la seconda. «Lo studio ha voluto monitorare, fin dalle prime fasi, il percorso organizzativo intrapreso a seguito dell'accorpamento e in che modo stia rispondendo agli obiettivi - ha spiegato il segretario generale di Cgil Vicenza, Giampaolo Zanni -. In base agli indicatori di efficienza, capacità di risposta, qualità e appropriatezza, si è cercato di capire se questa riorganizzazione abbia rafforzato o indebolito il processo d'integrazione che si sta tentando di sviluppare all'interno dei diversi territori e se vada o meno a migliorare la sanità nei processi di cura e assistenza». È emerso che a seguito della fusione la nuova Ulss 7 Pedemontana mantiene livelli di performance significativi con una buona capacità di risposta e una buona qualità del servizio ospedaliero. Rimane invece da migliorare l'appropriatezza determinata da una certa disomogeneità evidenziata negli indicatori delle due Ulss 4 e 3. Per quanto riguarda invece l'Ulss Berica le buone condizioni iniziali, sia nel punto di vista della capacità di risposta sia dell'efficienza, fanno emergere un'ottima risposta in questi ambiti. Intermedia, invece, l'appropriatezza e un livello basso si registra nella qualità. «I punti di forza di ciascuna delle ex Ulss - ha commentato Gino Ferraresso, responsabile del dipartimento stato sociale della Cgil - possono integrarsi con le debolezze evidenziate in altre e questo rende positiva la sintesi imposta dalla fusione. L'importante, però, è che a ciascun territorio siano riservati, in questa fase di riorganizzazione dei processi e delle attività e di pianificazione degli interventi previsti dal nuovo Piano socio sanitario regionale 2012-2016, i distinguo necessari a ridurre il divario tra le condizioni di domanda e quelle dell'offerta dei servizi». - Dal Giornale di Vicenza (venerdì 8 giugno 2018, pg 22 a firma di Sara Marangon) - 

Altri comunicati

VICENZA - CGIL-CISL-UIL SIGLANO DOCUMENTO UNITARIO SU RIFUGIATI E CASO ACQUARIUS

20 giugno 2018 - Di seguito un comunicato unitario delle segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil di Vicenza

BASSANO DEL GRAPPA - CGIL CISL UIL SOSTENGONO IL MARCHIO D'AREA TERRITORI DEL BRENTA PER SOSTENERE L'OCCUPAZIONE NEL TURISMO

18 giugno 2018 - Di seguito un comunicato unitario di Cgil Cisl e Uil dell'area di Bassano del Grappa sul tema del

Presentati i Campi della Legalità: 25 borse di studio dello SPI Cgil Vicenza

18 giugno 2018 - E’ stata presentata sabato 16 giugno all’istituto Canova di Vicenza l’iniziativa conclusiva