Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina, Bassano del Grappa, Schio, Thiene il 9 giugno 2018

SANITA' NEL VICENTINO - "Differenze innegabili, serve più condivisione!" - VIDEO intervista a Stefano Cecconi (Cgil)

L'area dell'Alto Vicentino primeggia per l'assistenza a domicilio e i tempi d'attesa per la chirurgia oncologica - Cappozzo: «Si tratta di buone prassi»

THIENE: "QUI VINCE LA MEDICINA DI GRUPPO" -

L'ex Ulss 4 batte la "cugina" bassanese in termini di capacità di risposta ai bisogni degli utenti e di diffusione sul territorio dell'Alto Vicentino di medicine di gruppo integrate; per contro, l'ex Ulss 3 brilla per l'appropriatezza dell'assistenza erogata e per la presenza di maggiori strutture intermedie e residenziali. Questi i pregi e difetti delle due aziende sanitarie, confluiti ad inizio 2017 nella nuova Ulss 7 Pedemontana, evidenziati dall'Ires, l'Istituto di ricerche economiche e sociali del Veneto, i cui dati sono stati presentati dalla Cgil all'auditorium Fonato di Thiene ai rappresentanti dei comitati dei sindaci delle Ulss vicentine. «Il nostro compito come sindacato è garantire qualità ed efficacia del servizio sociosanitario - ha spiegato Gianpaolo Zanni della Cgil Vicenza - che deve essere capillare e garantire la presa in carico del malato dall'inizio alla fine. Per questo abbiamo chiesto all'Ires di analizzare i dati delle Ulss vicentine per capire l'impatto della fusione». In particolare, la ricerca ha sottolineato come l'attivazione degli strumenti della filiera territoriale sia migliore nell'ex Ulss 4 che, avendo una forte vocazione all'assistenza primaria, in questi anni ha sviluppato principalmente le forme associative della medicina di gruppo integrata a scapito, tuttavia, dell'attivazione di posti letto in ospedali di comunità: zero nel 2016 rispetto ai 12 dell'ex Ulss 3 e ai 21 dell'ex Ulss 5. Sul fronte dell'offerta ospedaliera, invece, l'Ires parla di una migliore efficienza dell'ex Ulss 4 nei ricoveri medici e chirurgici e di una minor frequenza delle ospedalizzazioni per patologie sensibili alle cure ambulatoriali. Le conclusioni tratte dalla ricerca stabiliscono che la capacità di risposta ai bisogno del territorio appare la più elevata a livello regionale per il territorio dell'ex Ulss 4, la quale presenta migliori performance nei tempi di attesa per chirurgia oncologica e nella minor frequenza di abbandoni al pronto soccorso. La ricerca ha invece registrato criticità per l'ex Ulss 4 relativamente alle ospedalizzazioni prevedibili nei casi di diabete e broncopneumopatia cronica istruttiva. «Questo confronto tra ex Ulss 4 ed ex Ulss 3 lo sentiremo ancora per molto tempo - ha affermato Robertino Cappozzo, presidente del comitato sindaci del dell'Alto vicentino - dato che, nonostante la fusione, i distretti sanitari sono rimasti quelli di prima. I dati della ricerca relativi al lavoro fatto nel territorio dell'ex Ulss 4 sono molto positivi, un patrimonio prezioso che abbiamo il dovere di mantenere. Penso ad esempio all'assistenza ai tanti malati oncologici che nell'ultimo mese di vita vengono assistiti dal personale Adi a casa loro anziché in ospedale: queste sono le buone prassi che devono essere diffuse nel territorio perché è questo che la gente ci chiede. Non facciamoci la guerra su chi è il più bravo, sperando che il primario venga a lavorare da noi piuttosto che dall'altro, perché rischiamo di sbagliare obiettivo. Certamente abbiamo bisogno di attivare strutture intermedie che abbiano una buona capienza, in modo da dare risposta alle esigenze del territorio, e questa per noi è una priorità del prossimo piano sanitario». Dal Giornale di Vicenza (del 9 giugno 2018 pg 36 a firma di Alessandra Dall'Igna)

"DIFFERENZE INNEGABILI, SERVE PIU' CONDIVISIONE" -

Ospiti del convegno "La Sanità nel Vicentino", oltre ai rappresentanti provinciali di Cgil, Spi, Filcams e FP e a Robertino Cappozzo per l'ex Ulss 4, c'erano anche gli altri tre rappresentanti delle conferenze dei sindaci ovvero Massimo Pavan dell'ex Ulss 3, Martino Montagna e Luca Cavinato, rispettivamente presidenti del Distretto Ovest e del Distretto Est dell'Ulss 8. «Le differenze rispetto all'ex Ulss 4 sul fronte delle medicine di gruppo sono innegabili - ha commentato Pavan - e su questo certamente dobbiamo lavorare. I medici devono essere messi nelle condizioni di accettare di buon grado l'inserimento in questa rete perché un cambiamento è necessario se vogliamo garantire una migliore presa in carico del paziente». «Anche noi ci siamo accorti che ci sono ancora differenze notevoli all'interno dell'Ulss Berica tra i distretti Ovest ed Est - ha precisato Montagna - soprattutto su tematiche fondamentali come disabilità e anziani. Stiamo però lavorando insieme perché solo il confronto può aiutarci a condividere le soluzioni migliori che ognuno ha nella propria organizzazione». «Noi siamo l'unica realtà divisa in due Ulss e quattro distretti - ha concluso Cavinato, riferendosi alla presenza di due aziende sanitarie a Vicenza mentre le altre province venete, a parte Venezia, ne hanno una ciascuna - ma probabilmente un'unica Ulss provinciale ci avrebbe dato maggiore forza. In questo momento infatti paghiamo un po' questa divisione e lavorare insieme darebbe più dignità e forza al territorio della provincia di Vicenza». Dal Giornale di Vicenza (del 9 giugno 2018 pg 36 a firma di Alessandra Dall'Igna)

VIDEO INTERVISTA A STEFANO CECCONI, RESPONSABILE WELFARE CGIL

Vai all'intervista

https://www.facebook.com/cgilvicenza/videos/2203895639894515/?hc_ref=ARQ5hJil5vvXcekJsdR31hhL6oMp5B56-MV3Yr5h3-HHj2d7hRJuZkDtH0BfBs2yiro

 

Altri comunicati

SEDE CGIL BASSANO CHIUSA PER LAVORI FINO A 31 AGOSTO 2018

3 agosto 2018 - La Cgil informa che la sede di Bassano del Grappa è chiusa per lavori di ristrutturazione fino al

LOGISTICA - FIRMATO ACCORDO CONSORZIO PRIMO E COOP FENICE, CONTE (FILT): “FINALMENTE APPLICATO IL CCNL LOGISTICA”

28 luglio 2018 - Ad un mese dalla mobilitazione dei lavoratori della Cooperativa Fenice (committente DHL) si è

PFAS - OGGI SIT IN: IL COMUNICATO DELLE RSU DI MITENI

20 luglio 2018 - Comunicato a cura della Rappresentanza sindacale unitaria (Rsu) Miteni La nostra