Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina, Funzione Pubblica il 12 ottobre 2018

FP - IL PERSONALE DEL PRONTO SOCCORSO DI SANTORSO E’ ALLO STREMO: TEMPO SCADUTO, L’ULSS 7 PEDEMONTANA DEVE DARE RISPOSTE

Dopo mesi di sollecitazioni, riunioni, proposte all’Azienda Ulss 7 Pedemontana sulle numerose problematiche riguardanti il Pronto Soccorso di Santorso, la Funzione Pubblica CGIL di Vicenza ritiene che non si possa più rinviare l’individuazione di soluzioni che consentano al personale di lavorare in condizioni di piena sicurezza, ai pazienti di essere accolti all’interno di un servizio di alta qualità.
Siamo infatti alle porte di una nuova stagione invernale che, con i suoi picchi di attività determinati dalle ormai cicliche “emergenze influenza”, rischia di mettere in serissima difficoltà la gestione dell’intero sistema di Pronto Soccorso dell’Ospedale Alto Vicentino, con possibili ricadute negative in primis sui pazienti, oltre che su lavoratori e lavoratrici.
Le problematiche rilevate sono numerose, a partire dall’inadeguatezza degli spazi disponibili, a fronte di un flusso di pazienti in continua crescita (oltre 5500 accessi in media al mese, con un sensibile aumento nel corso del 2018). A questo proposito, ci auguriamo che l'Azienda dia avvio quanto prima ai lavori di adeguamento strutturale e che il contratto di Project Financing non sia in alcun modo di intralcio alla realizzazione degli interventi necessari.
Si rilevano poi carenze di personale infermieristico e di autisti di ambulanza (che per tutto il periodo estivo hanno garantito turni di 12 ore lavorative per mantenere attivi i servizi), consistente accumulo di ore di lavoro straordinario e ferie arretrate, forte esigenza di una rimodulazione dei carichi di lavoro, richiesta di una costante formazione del personale e di un maggiore affiancamento dei neo-assunti.
A questo si aggiunga l’aumento dei casi di aggressione o minacce verbali ai danni dei lavoratori e delle lavoratrici, rispetto ai quali esprimiamo seria preoccupazione e abbiamo chiesto all’Azienda di intervenire con tempestività. Ma, anche su questo fronte, non abbiamo ad oggi ricevuto alcuna risposta.
Da mesi la Funzione Pubblica CGIL di Vicenza sollecita l’Azienda, ribadendo come le richieste del personale vadano prese sul serio e debbano trovare adeguate soluzioni.
Si tratta infatti di professionisti che ogni giorno si spendono in condizioni davvero difficili, per garantire con grande competenza e senso di responsabilità risposte qualificate a cittadini e utenti in condizioni di bisogno. Per poter garantire alti livelli di assistenza, i lavoratori e le lavoratrici devono essere messi nelle condizioni di operare in piena sicurezza ed efficienza: l’Ulss 7 non può su questo fare orecchie da mercante!

Altri comunicati

CHIUPPANO (VICENZA) - SCIOPERO IERI ALLA COOP. AVIOR PROCLAMATO DALLA FILT CGIL - DI GIORGIO: “TRATTATIVA SALTATA, LUNEDI’ LO SCIOPERO PROSEGUE!”

16 febbraio 2019 - Ieri venerdi 15 febbraio 2019 i lavoratori della Soc. Coop Avior (logistica) occupati nel “

VICENZA - FILCTEM CGIL SU CASO TELERISCALDAMENTO AIM - EZZELINI STORTI: “COSA STA SUCCEDENDO?”

11 febbraio 2019 - “Emerge dai mezzi di informazione un problema non conosciuto dal sindacato in merito al sistema

CGIL CISL UIL PER GLI INVESTIMENTI, LA GIUSTIZIA FISCALE E LA COESIONE SOCIALE - ZANNI (CGIL): “IL GOVERNO NON CI PUO’ IGNORARE!”

10 febbraio 2019 - Dichiarazione di ritorno da Roma del segretario generale Giampaolo Zanni:“Oggi a Roma un'immensa