Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Fillea il 30 gennaio 2019

CANTIERE PEDEMONTANA - ROSSI (FILLEA CGIL): “VOGLIAMO SAPERE SE TUTTI I SUBAPPALTATORI APPLICANO DAVVERO LE NORME E I PROTOCOLLI SIS”

CHIESTI INCONTRI CON AZIENDA, CONSORZIO SIS E SUBAPPALTATORI

In questi giorni i rappresentanti dei lavoratori delle costruzioni stradali e dell’edilizia di Cgil Cisl e Uil in ambito provinciale (Vicenza) hanno avuto occasione di incontrarsi ulteriormente dopo il sit in di venerdì scorso al cantiere di Mason dove giovedì si è verificato un gravissimo incidente sul lavoro e un operaio è morto.
“Abbiamo fatto partire delle richieste scritte di incontro - afferma Luca Rossi, segretario generale della FILLEA CGIL - una all’azienda per cui lavorava Gianfranco Caracciolo, e l’altra al consorzio SIS”.
“Naturalmente sottolineo che abbiamo piena fiducia negli inquirenti e che attendiamo che la magistratura completi le indagini - prosegue Rossi - ma è necessario che verifichiamo se tutte le aziende in subappalto a SIS hanno recepito (e non solo formalmente), i protocolli di sicurezza adottati dal consorzio stesso”.
Il segretario generale di Fillea Cgil sottolinea che il consorzio SIS rispetta l’obbligo di legge sulla sicurezza nei cantieri e che i corsi e gli aggiornamenti sulla sicurezza vengono realizzati. “Il problema è culturale - spiega Rossi - perché i lavoratori siamo certi frequentino i corsi, ma poi le norme nella prassi vengono sempre prese in considerazione?”
Per questo il segretario FILLEA CGIL confida che chiederà (assieme ai colleghi di Cils e Uil) a SIS di incontrare tutti i subappaltatori.
“Non esistono le tragiche fatalità negli incidenti sul lavoro - afferma Rossi - esiste solo negligenza nell’applicazione delle norme di sicurezza: lo sappiamo che costa risorse e tempo preparare e progettare il cantiere per evitare situazioni di pericolo alle persone e dotare gli uomini che lavorano dei dispositivi necessari per non farsi male. Per fortuna ci sono le leggi che lo prevedono e quindi tutti devono adeguarsi; perché non possiamo permetterci che un lavoratore, e in questo caso un padre di famiglia, non torni più a casa la sera dai suoi cari!”

Altri comunicati

PFAS - ZANNI (CGIL): "La Regione Veneto non perda tempo con denunce agli ambientalisti, vogliamo acqua pulita in zona arancione e risposte su lavoratori ex Miteni"!

24 aprile 2019 - Il segretario generale della CGIL di Vicenza, Giampaolo Zanni, interviene in tema di PFAS e invita

1° maggio 2019 - CGIL CISL UIL presentano "L'ultima apra la porta" - al Teatro di Vicenza alle 21

20 aprile 2019 - Cgil Cisl Uil di Vicenza in occazione della festa dei lavoratori presentano "L'ultima apra la porta

LIBERAZIONE - Lunedì 29 aprile ore 17,30 “Vicenza è libera” con Emilio Franzina, storico -

19 aprile 2019 -   I sindacati CGIL CISL UIL di Vicenza, con ANPI (associazione nazionale partigiani), I.St.Re.Vi