Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Fillea il 14 marzo 2006

FILLEA - IN 5 MILA ALLA MANIFESTAZIONE DI VENEZIA

Erano quasi 5000 gli edili che oggi si sono dati appuntamento a Venezia per manifestare il loro disappunto per il mancato rinnovo del contratto del settore. Nell'edilizia in Veneto operano circa 170 mila persone, 90 mila dei quali sono dipendenti. Ha scioperato l'85% dell'intera categoria regionale. La giornata è iniziata con la distribuzione di volantini davanti agli stabilimenti di Porto Marghera; il rallentamento del traffico fin dal primo mattino lungo la ''Romea'' e il blocco dell'attività nell'area di realizzazione del passante nel trevigiano. Poi tutti si sono spostati a Venezia.
E' stato un corteo vivace, colorato, con tanti giovani. Da segnalare una notevole presenza di stranieri anche loro impegnati ed interessati alla vita sindacale.
''E' impensabile non dare subito il contratto - ha dichiarato il segretario Cisl Fortuni durante il comizio - visto che l'imprenditoria del Veneto e' d'accordo di arrivare subito alla firma. Dobbiamo passare dalle parole ai fatti. Il settore tira ancora molto e non deve subire ritardi. Mancano investimenti nelle gradi opere e questo puo' provocare un collasso tra un anno. La legge obiettivo ha fallito perche' non ha accelerato l'iter delle opere. In Italia solo il 23% delle 280 opere e' stato cantierizzato, e solo lo 0,2% e' stato realizzato. Mancano le opere strategiche come il passante, il corridoio 5, il corridoio Adriatico, il corridoio 1. Tutto questo non favorisce il recupero della competitivita' del sistema produttivo. Per cio' che riguarda poi il futuro non sembra roseo, perche' i programmi sia del polo che dell'unione non rilanciano l'azione sulle infrastrutture. Servono 15 miliardi di euro di spesa all'anno per stare al passo degli altri paesi europei. Adesso - ha concluso Fortuni - l'importante e' che si aprano le trattative riconoscendo gli aumenti salariali di 160 euro, e vengano applicate le norme per la sicurezza e la regolarita' nei posti di lavoro''.

Altri comunicati

Fiom: Il 25 Aprile non è Festa Nazionale per la New Box di Camisano Vicentino

25 aprile 2019 - Di seguito una nota congiunta FIOM e ANPI di Vicenza sulla incredibile vicenda della New Box

PFAS - ZANNI (CGIL): "La Regione Veneto non perda tempo con denunce agli ambientalisti, vogliamo acqua pulita in zona arancione e risposte su lavoratori ex Miteni"!

24 aprile 2019 - Il segretario generale della CGIL di Vicenza, Giampaolo Zanni, interviene in tema di PFAS e invita

CHIUPPANO - CANTIERE LOGISTICA DI GAS JEANS - CONCLUSA LA VERTENZA: E' VITTORIA, 40 LAVORATORI ASSUNTI

24 aprile 2019 -   Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior,