Logo Cgil Vicenza

Camera del lavoro territoriale di Vicenza

Via Vaccari 128, 36100 Vicenza | Tel. 0444 564844

Pubblicato in Prima pagina il 31 marzo 2006

ANCORA TAGLI ALLA SANITA': LA SITUAZIONE NEL VICENTINO

Lunedì 28 marzo si è svolto l'incontro con la Regione per verificare le condizioni messe in campo rispetto alla manovra assunzioni del personale e l'applicazione dei tagli della Finanziaria 2006.
L'Assessore non era presente all'incontro e non ha dato mandato di sospensione alla proposta di delibera, come noi avevamo richiesto.
Le Segreterie Regionali CGIL-FP, CISL-FPS, UIL-FPL, hanno espresso una valutazione negativa sulla manovra che si intende intraprendere, cioè sui tagli che la Regione intende attuare nella Aziende Sanitarie, per applicare la Finanziaria 2006.
 La manovra porta  gravi limitazioni alle aziende, addirittura peggiorative rispetto alla delibera precedente 3144/2005.
Ci aspettavamo che la Regione si assumesse la responsabilità di affrontare questa problematica senza scaricarla sulle aziende e sui lavoratori, ormai in gravi e croniche difficoltà organizzative.
Una volta approvata la DGR le aziende avranno a disposizione un budget insufficiente per coprire il turn-over del personale del 2006 e in particolare rispetto alla spesa del 2004 avranno a disposizione un fondo inferiore di:

-ULSS 3 di Bassano     meno 0.55%
-ULSS 4 di Thiene        meno 0.55%
-ULSS 5 di Arzignano meno 1.05%
-ULSS 6 di Vicenza     meno 1.15%

I criteri decisi dalla Giunta Regionale vogliono far fare ai Direttori Generali della  provincia di Vicenza, in nove mesi, un risparmio di 6 milioni di euro, tutto sul personale. E siccome il risparmio sarà fatto sull'anno 2004, rispetto al 2005 il risparmio sarà di almeno il doppio.
La prima cosa che accadrà, sarà il taglio al personale precario e con contratti di lavoro atipici, per un recupero immediato di risorse.
Abbiamo chiesto alla Regione di non adottare la delibera ma di intraprendere un percorso analogo ad altre Regioni (Piemonte, Lombardia e Toscana le prime), che stanno ricercando altre modalità di rientro dai tagli attraverso il risparmio sui costi generali e non sul personale.
La nostra proposta è stata bocciata: la Regione Veneto, unica in Italia, applica rigorosamente la Legge Finanziaria e taglia le risorse per il personale alle aziende sanitarie (alla faccia dell'Assessore pro-devolution e di chi la predica assieme a lui).
Unitariamente abbiamo deciso di avviare iniziative di protesta e di mobilitazione attraverso  iniziative a livello territoriale, a partire da una informazione capillare nel territorio per socializzare le motivazioni della nostra protesta con i lavoratori e con la cittadinanza.
 
 
LE SEGRETERIE PROVINCIALI

CGIL-FP                   
Puggioni Giancarlo  

CISL-FPS    
Cristofori Flavio

UIL-FPL
Scambi Claudio
 

Altri comunicati

Fiom: Il 25 Aprile non è Festa Nazionale per la New Box di Camisano Vicentino

25 aprile 2019 - Di seguito una nota congiunta FIOM e ANPI di Vicenza sulla incredibile vicenda della New Box

PFAS - ZANNI (CGIL): "La Regione Veneto non perda tempo con denunce agli ambientalisti, vogliamo acqua pulita in zona arancione e risposte su lavoratori ex Miteni"!

24 aprile 2019 - Il segretario generale della CGIL di Vicenza, Giampaolo Zanni, interviene in tema di PFAS e invita

CHIUPPANO - CANTIERE LOGISTICA DI GAS JEANS - CONCLUSA LA VERTENZA: E' VITTORIA, 40 LAVORATORI ASSUNTI

24 aprile 2019 -   Si è conclusa nei migliori dei modi la vertenza dei Soci lavoratori della Cooperativa Avior,